Alice in Borderland 2 / Quando esce? Differenze col manga

Netflix
Giappone, 2022

In corso le riprese di Alice in Borderland 2

Netflix Japan ha confermato che ci sarà una seconda stagione in uscita a dicembre 2022, grazie a un video pubblicato su YouTube (c/NetflixJP) il 10 novembre 2021 durante il Netflix Festival Japan 2021.

Nel video compaiono Tao Tsuchiya (Usagi) e Kento Yamazaki (Arisu). La prima ci informa che stanno girando i nuovi episodi, mentre il secondo ci lascia con delle domande a cui potremmo trovare delle risposte nella nuova stagione di Alice in Borderland:

  1. Qual è lo scopo di questi giochi?
  2. Riusciranno a tornare nel mondo reale?
  3. Qual è la risposta che sta cercando Arisu?

Durante il breve filmato si trovavano in un terminal container. Chi ha letto l’omonimo manga di Haro Aso da cui è tratta la serie sa già quale parte della storia stavano girando, oltre a conoscere già le risposte alle domande scritte sopra.

Quante altre stagioni ci saranno?

Considerando che il manga Alice in Borderland è concluso (nel 2022 l’etichetta J-Pop Manga esce con una ri-edizione in Italia), forse siamo in grado di dire già quante altre stagioni ci vorranno per concludere la storia. La prima stagione su Netflix arriva circa a metà (capitolo 31 su 64), quindi potrebbe esserci ancora bisogno di una sola stagione.

Ci sono però tre cose da tenere in considerazione.

La prima è che in concomitanza con l’uscita su Netflix della prima stagione Haro Aso ha pubblicato un breve sequel diretto della storia. C’è quindi la possibilità di portare avanti la serie o di produrre un film (conclusivo?).

La seconda è che qualche anno fa è uscito uno spin off (ora concluso) intitolato Alice on Border Road. Non riguarda la storia principale o i suoi personaggi. Ma potrebbe sempre rientrare nei piani di Netflix Japan qualora volessero trasforma Alice in Borderland in una serie semi-antologica, introducendo una protagonista femminile. In questo spin-off la protagonista si chiama Alice (non più con la pronuncia giapponese di ‘Arisu’).

La terza cosa da tenere in considerazione riguarda le differenze con il manga Alice in Boderland e la presenza delle cosiddette ‘side story’, ovvero le storie parallele a quelle del protagonista Arisu. Volendo potrebbero diluire il tutto in due stagioni distinte, ma per come hanno gestito la prima parte del manga forse non è questo il caso.

Differenze dell’episodio finale con il manga

Specialmente se analizziamo le differenze dell’ultimo episodio. La più importante è quella che riguarda il numero di personaggi che in diretta ‘televisiva’ annunciano l'inizio della seconda fase dei giochi. Nella produzione Netflix c’è la sola Mira Kano (ex membro della “spiaggia”).

(Attenzione: piccolo SPOILER)

Nel manga si vedono le sagome di quattro persone. A noi vengono rivelate le loro identità. Oltre a Mira Kano, c’è un’altra vecchia conoscenza della “spiaggia”. Il gioco di questa persona rientra in una ‘side story’.

La sua assenza nel finale di stagione può significare che il suo personaggio e il suo gioco non verranno riprodotti nella seconda stagione. Così come gran parte delle altre storie parallele, a meno che il team dietro la serie Alice in Borderland non voglia far partecipare Arisu a quei giochi (cosa già successa nella prima stagione).

SPOILER dal manga

Chi avesse interesse a conoscere in anticipo alcune risposte circa il finale di stagione (NON dell’intera opera), può continuare a leggere. Altrimenti si può andare direttamente al capitolo successivo: Differenze con il manga

Agni e Niragi sono ancora vivi?

Nel manga non avviene il loro scontro finale. Agni non si getta tra le fiamme trascinando con sé Niragi. I due compaiono anche in capitoli successivi nel manga. Niragi ha un ruolo anche abbastanza importante, quindi dovrebbe comparire anche nella seconda stagione di Alice in Borderland targata Netflix. Più in dubbio il destino di Agni.

Chi è Mira Kano?

La ragazza è una cittadina di Borderland, più specificamente, la Regina di Cuori. Un altro cittadino ex membro della “spiaggia” è Kuzuryū Keiichi, il Re di Quadri. Il suo gioco, come scritto sopra, non è detto che venga inglobato nella serie giapponese.

Relazione sentimentale tra Arisu e Usagi?

Arisu e Usagi avranno la possibilità di ricreare altri attimi di intimità e complicità come nella prima stagione. Anche in questo caso, il momento sarà subito successivo ad un avvenimento traumatico per Arisu.

Differenze con il manga (NO SPOILER per la serie)

Infine, uno spazio per chi fosse interessato ad alcuni cambiamenti apportati alla serie Netflix.

Alice nel paese delle meraviglie

Il riferimento al romanzo (Alice in Wonderland -> Alice in Borderland) è molto più esplicito. Viene mostrata persino la copertina del libro di Lewis Carroll.

Nell’interpretazione di Chishiya, il mondo in cui si trovano ora ci assomiglia. In uno dei capitoli dedicati alla “spiaggia” dice: Stiamo semplicemente girovagando. Non sei da nessuna parte in nessun momento. Come il mondo delle favole di cui leggevo da piccolo.

Arisu

Nel manga Arisu è uno studente che sta per finire le superiori, ma che non vuole/non sa a quale università iscriversi. Non è appassionato di videogiochi e puzzle. Ha un forte spirito di osservazione.

Karube e Chōta

Chōta viene mostrato come un pervertito. Arisu lo descrive come Un idiota senza speranze. Ma la persona più buona al mondo.

Karube ha lasciato la scuola ed è gestore del bar in cui lavora. Non ha una ragazza con cui si vuole sposare.

Gioco delle porte: 3 di fiori

Questo è l’unico gioco che non ha alcun collegamento col manga.

Nella storia a fumetti il primo gioco si basa sulla pratica del kau chim, che consiste nell’agitare un contenitore con dei bastoncini/foglietti assocciati a diversi gradi di fortuna. Il primo bastoncino che cade a terra predice la tua fortuna.

Nel gioco, la tua “fortuna” ti permette di ricevere una domanda più o meno difficile a cui rispondere con un numero. La differenza con la risposta esatta corrisponde ad un numero più o meno grande di frecce infuocate lanciate nella tua direzione. Chōta si procura un’ustione alla gamba con una freccia infuocata.

Gioco con l’uomo-cavallo: 5 di picché

Nel manga c’è una sola persona armata con più fucili. Chishiya non è in disparte per tutta la durata del gioco. Lui è quello che salva la vita a Karube, distraendo l’uomo-cavallo sparando in aria alcuni colpi di pistola. Sempre lui è quello che consiglia a Karube di cercare una radio ricetrasmittente per captare le conversazioni di Borderland.

Gioco del lupo: 7 di cuori

Il più simile. Shibuki arriva per conto suo alla conclusione di lasciare vincere Arisu. Non c’è l’abbraccio finale tra lei e Chōta.

Gioco nel tunnel: 4 di fiori

Né Arisu né Usagi partecipano a questo gioco. Anche nel manga la soluzione è rimanere dentro l’autobus, ma le sfide che ci sono all’esterno sono 4: animale predatore; acqua alta e coccodrilli; neve e gelo; esplosione finale.

Gioco della lampadina: 4 di quadri

Arisu non partecipa a questo gioco. Ann è quella che risolve il gioco con le stesse modalità descritte nella serie.

Annuncio nuova fase

Arisu non trova il secondo cellulare di Asahi Kujō, con il video che conduce al nascondiglio segreto. Neanche Chishiya raggiunge il luogo, non trovando nessuna mappa segreta durante il secondo gioco. I due ricevono l’annuncio in mezzo alla strada come tutti gli altri personaggi.


Chi vuole, può leggere un confronto tra la prima stagione di Squid Game e quella di Alice in Borderland. Entrambe le produzioni Netflix sono incentrate su giochi mortali.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: